PHOTO-2021-10-06-07-54-18_edited.jpg

LA FILOSOFIA

Una lezione di golf deve essere adattata all'individuo. Un allenatore deve comprendere le abilità e le capacità uniche di ogni giocatore, applicando vari metodi di insegnamento e di routine di pratica, per aiutare il giocatore a ottenere il massimo dal proprio gioco. I golfisti di oggi ascoltano molti dibattiti sugli stili di insegnamento - istruzione altamente tecnica, coaching istintivo o “feeling”, vecchia scuola  - le liste potrebbero continuare. Credo che la cosa migliore sia poter avere una miscela di approcci didattici.


Un allenatore deve conoscere i fondamentali tecnici del golf, biomeccanica, dinamica del movimento e tutte le posizioni della postura e del movimento che si traducono in buoni colpi da golf dal tee, dal fairway, dal fringe o dal green. Alcuni giocatori hanno bisogno di comprendere gli aspetti tecnici del golf, ma molti altri no. In entrambi i casi, un allenatore ha bisogno di una grande base di conoscenze tecniche per essere in grado di aiutare un golfista a raggiungere il suo massimo potenziale. Un allenatore deve anche capire come il suo giocatore possa imparare e quel giocatore pensa in campo.


Il golf è un'intricata combinazione di abilità fisiche e mentali che utilizzano i pensieri e l'allenamento della memoria muscolare. I modelli neuromotori e gli stili di apprendimento variano tra i giocatori. Un buon allenatore comunica informazioni e introduce tecniche di pratica che consentono al giocatore di portare il suo miglior gioco sul campo ed eccellere sotto lo stress della competizione. Un ottimo coach aiuta ogni giocatore a trovare il miglior equilibrio tra fisico, mente e istinto.